L’Amore… Malattia o Medicina?!

“Amo, dunque sono” scriveva Sibilla Aleramo.

L’essenza, per qualcuno, sta proprio lì, nell’Amore: Motore prima di tutte le cose.

Amor che move il Sole e l’altre Stelle… cantava Dante nella sua Divina Commedia.

E oggi – nell’Umana Commedia quotidiana – l’Amore come va?

Va ondeggiando, è ovvio. Spesso assente oppure prepotente e sbagliato.

A volte esagerato: come quando – nella sua fase nascente – ha il volto magico dell’Innamoramento, stra/ordinario, dolcissimo tormento… Una rivoluzione a due che coinvolge – e sconvolge – anima e corpo; un’esaltante avventura che apre vie inesplorate, mette le ali al cuore, dà colore alla mente

Un alto volo. Ma non si può sempre volare lassù, nel blu dipinto di blu… Dopo il volo, arriva il passo… Un passaggio a volte brusco. Splash. La caduta. La dis/illusione.

A volte invece, dopo il volo, ecco il grande passo: dalla Passione (totale fusione!) alla più matura relazione; dell’emozione dell’Innamoramento ad un più duraturo sentimento, all’Amore.

Un motore comunque delicato e complesso, che per far funzionare ha bisogno di molta manutenzione. Ama il prossimo tuo, come te stesso… Ma se amare se stessi – e il prossimo, fino al più remoto coinquilino del pianeta – fosse semplice, che bisogno ci sarebbe di un Comandamento scolpito sulle Sacre Tavole?! Ribadito da secoli, raccomandato dagli infiniti manuali d’istruzione per l’uso – e il consumo – amoroso. Suggerimenti e consigli… Ma quelli affettivi non sono acquisti né facili né veloci. Sono conquiste lente, che partono da lontano; salgono dai sotterranei dell’anima, dalle radici dell’infanzia dov’è scritto, pare, il nostro destino sentimentale…

Noi siamo l’amore che riceviamo scrive una famosa psicoterapeuta. Un eloquente titolo: la Perfezione non è di questo mondo. Quaggiù, sotto il cielo dei Sogni, non sempre i conti tornano e gli sconti sono rari. 1+1 non fa sempre 2. Lui + Lei fanno una coppia perfetta soprattutto nella Fiction rosa. Nella prosa della realtà le coppie sono sempre più s/coppiate. Unioni come conflitti armati, scontri e ostilità: storie di ordinaria normalità…

Il binomio odi et amo è un mix spesso esplosivo. Ed è il trionfo dell’irrazionale, poiché – nel bene e nel male – Il cuore ha delle ragioni che la Ragione non conosce. Razionalità ed emotività, anche loro sono una coppia discorde. Amo, ergo sum insistono i sostenitori del Cuore convinti con Prévert, il cantore dell’Amore, che lasciato a se stesso, il mondo della mente… mente!

La verità sta nel Sentimento, non nella fredda Razionalità del Cogito, ergo sum…

Coito… ergo sum: così qualcuno ha corretto il motto cartesiano; sono i fautori del libero sesso, i cultori di una sessualità che alla psicologia delle idee antepongono la fisiologia degli appetiti…

Amore. Sesso. Possesso.

No, io sono mia rivendica Lei. E Lui? Sempre più spesso Lui fugge via dalla femminile autonomia; fedele al suo destino di cacciatore e viaggiatore, cerca l’altrove…

Va così, oggi, l’Amore. Ondeggiante: un po’ malattia un po’ medicina; salvezza o invece rovina!

Eternamente precario. Eppure l’Amore è un Sogno che non si può non sognare. L’ideale sarebbe sognarlo con gli occhi aperti e i piedi per terra; mobilitando tutte le nostre umane virtù: la capacità di dire e di dare e di condividere: sentimenti e progetti, idee e gesti..

E poi?     Dosare con saggezza…    Osare con coraggio….

Annunci

One thought on “L’Amore… Malattia o Medicina?!

Add yours

  1. Vedi, è proprio di condivisione che io parlo…quello che non posso avere, come invece vorrei, con le persone alle quali voglio bene e che sono lontane. Vorrei averle vicino a me, poterle abbracciare, guardarle negli occhi, e invece devo accontentarmi di leggerle, di sentire le loro voci al telefono, quando avrei tanto bisogno di stringerle a me…è proprio il condividere quotidiano, che mi manca tanto.
    A adesso non venirmi a dire che è la stessa cosa, perché non lo è…
    Guarda me, ora…ti mando un abbraccio, ma tu lo senti? No, non puoi sentirlo, se non con l’immaginazione. L’intenzione è la stessa, ma vuoi mettere il calore? Patty

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: