Resoconto dalla Sicilia

Perso in questo aeroporto rinnovato di Catania da ormai 5 ore abbondanti mi sono finalmente seduto in disparte per riflettere un po’ su quello che m’è successo oggi. Sono qui con il mio nuovo iPod nano nelle orecchie, con il mio solito amore in testa (lo sai che tu ci sei sempre in me e che amare te è la cosa più bella che potesse capitarmi), e il mio pc portatile sulle gambe cercando di recuperare un po’ il tempo perduto oggi in ospedale e di aggiornarmi gli appuntamenti fatti qui a Catania. Mi ritrovo qui un giorno in anticipo, ad attendere un volo per Verona che sembra non arrivare mai. Il mio corpicino alquanto stanco e provato, dopo le "cosiddette cure" donatemi con tanto amore dal dottore, non vede l’ora di poter riposare in aereo… ritrovando quel benessere che stamattina sembrava volermi accompagnarmi ed invece… invece m’ha giocato un brutto scherzo e non è andata proprio come avrei voluto. Vi siete mai sentiti dire dai dottori… " ehh…. sai… è stress "… ma cazzo, come faccio ad essere stressato a 28 anni? non lo voglio proprio pensare… non esiste che io sia stressato a quest’età… altrimenti quando arrivero’ a 40/50 anni che dovrò dire? ma smettiamola di dire cose tanto per dare aria alla bocca!!!! Io non c’ho mai creduto e non gli ho creduto nemmeno oggi. Il fatto è che sto tornando dopo appena una mattinata di lavoro e non ho risolto niente, domani mi aspetta sicuramente un’altra giornatina di quelle giuste… ospedale la mattina e poi il pomeriggio sarò debole come un bimbo appena nato 🙂 Sono fatto così… a me gli ospedali non sono mai piaciuti sapete? non mi è mai piaciuto nemmeno l’odore di medicinali che si respira al loro interno… sembra quasi che il mio naso non sia stato "settato" per odori che ricordano periodi non troppo felici vissuti all’interno di camere monocolori con persone che fanno a gara a chi sta peggio. Io incrocio le dita affinché tutto vada per il meglio, non vedo l’ora di ritornare perfetto, fisicamente tranquillo… d’altronte me lo merito, o sbaglio??? Un salutone a tutti i miei compagni di viaggi…

.: Grazie infinite a te che sei sempre qui, sempre presente, sempre innamorata di me :.

 

Annunci

2 thoughts on “Resoconto dalla Sicilia

Add yours

  1. Il tuo naso, perfettamente settato agli odori di un amore che cresce come il basilico in estate, non ti permette di essere triste e contrito in una stanza azzurra. Ed è giusto che sia così, sei una persona troppo solare e positiva per permettere ad una qualsivoglia malattia di avere la meglio su quel tuo corpicino che tanto mi piace..
    se io sono sempre con te è perchè mi sono mescolata bene al sangue che ti scorre nelle vene, e da li ti proteggo e ti avvolgo. Come un virus benefico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: