…Marche Lazio Puglia

Anche stavolta mi trovo a scrivere dall’hotel… mamma mia quanti ne sto visitando, quanti ne ho già visti e credetemi ogni volta sembrano gli stessi. Cambiano i colori, le stoffe, le città ma gli hotel sono simili, i bagni sono identici, fortunatamente almeno i cibi sono differenti :). Parto martedì alla volta delle Marche, dopo una giornata piena di impegni con una cliente difficile e pretenziosa. Vi è mai capitato di dover spiegare ad una persona importante (ma ignorante nel campo) il perchè di alcune vostre scelte e dover giustificare il prezzo sviscerandolo in tutto e per tutto? Costretti a preparare campioni di cornici, esempi di fregi, colorazioni in milioni di salse, cerniere, maniglie… Una cosa incredibile… DOVUTA (per carità) ma davvero devastante a livello fisico (N.B. non si è nemmeno mangiato a pranzo, abbiamo fatto un break alle 14.00 per un paninetto "mini" preso al bar e poi s’è ripreso subito a discutere). Alla fine comunque è stato un incontro produttivo e ne è valsa la pena. Unico neo… che alle sei di sera eravamo ancora in azienda e dovevamo spostarci nelle Marche in serata. Partiamo quindi alle 18.00 e arriviamo a Tolentino attorno alle 22 (minuto + minuto -). Mangio, fortunatamente, a casa di un mio collega e non nel solito hotel e attorno a mezzanotte, annientato dalla stanchezza e dal sonno, me ne vado a dormire crollando nel più profondo sonno. Ore 6.00 del giorno seguente sveglia per partire in fretta e furia alla volta di Roma. Il primo appuntamento era stato fissato alle ore 10.30 in centro città. Arriviamo dal cliente… indovinate a che ora? Alle 10.25. Ci accoglie, ci viene offerto il solito caffè (davvero imbevibile… a confronto quello che ho io a casa è l’espresso più buono al mondo) e si comincia la battaglia. Parliamo, discutiamo, mettiamo in chiaro le condizioni e usciamo dal negozio alle 13.40. Da non dimenticare che il secondo appuntamento lo avevamo fuori Roma alle 14.00. ERGO… anche quel giorno abbiamo saltato il pranzo. Avvisiamo la cliente che abbiamo un pò di ritardo, lei ovviamente si incazza perché è risaputo che chi ha i soldi non vuole MAI attendere… deve dirigere il gioco, deve sentirsi importante, deve trattarti come una pezza da piedi perchè tu sei lì per vendere e devi fare quello che vuole, devi accontentarla, devi…devi…devi…! Arriviamo a casa di questa cliente e sono circa le 14.30 e dopo alcune ore ci accorgiamo che ci stava solamente facendo perdere tempo: non vi erano proprio i presupposti per poter continuare a resistere, a sopportare le continue-ingiustificate lamentele, a digerire le sue obiezioni su qualsiasi punto della nostra filosofia aziendale. Fatto sta che ce ne siamo andati lasciandola lì senza possibilità alcuna di sottostare ai suoi capricci da bambina viziata. La giornata lavorativa fortunatamente finisce lì, si ritorna in hotel e si fa una bella mangiata (visto che la pancia stava brontolando da ore). Si va a dormire… anche questa sera con gli occhi che si chiudono già prima di toccare il letto. Stamattina poi altra sveglia ore 06.15 e alle 7.00 siamo già in strada, da Roma ad Alberobello in Puglia. Arriviamo alle 12.30, stavolta riusciamo a fermarci a mangiare, e alle 14.00 andiamo in cantiere a vedere lo spazio cucina da arredare. Pensavamo di cavarcela in poco tempo ma invece non è proprio stato così. Usciti dal cantiere alle 17.00, ci dicono che dobbiamo andare a casa dei genitori per spiegar pure a loro il progetto e il perchè di alcune scelte progettuali. Si va, non c’è possibilità di scelta e nonostante la stanchezza parliamo per altre due ore piene! Mio dio… che vengano a dirmi ora "che bellooooo… tu parli con le personeeeeeee… non è lavorooo… dev’essere un divertimeeeeeento". Vogliamo discuterne un pò?!? Ne usciamo però contenti, con un buon risultato in tasca, siamo davvero orgogliosi del lavoro fatto e ci lasciamo alle spalle delle belle persone, umili, molto gentili tant’è che ci "scappa" anche l’acquisto di 6 bottiglie di vino buono e dei taralli tipici nel loro trullo-bazar. Ora sono in hotel, stanco ma contento, contento di sapere che domani tornerò a casa. E’ vero che mi aspetteranno altre 8 ore e mezzo (900km circa) di auto ma dopo una settimana simile non vedo l’ora di tornare nella mia adorata casetta e di tornare dalla persona che mi ama e che amo. Arriverò a metà pomeriggio, ma poi sarò a casa, sarò lì ad attendere il tuo ritorno, meritandomi così tutto la passione che hai accumulato e accantonato momentaneamente in questi giorni.

Buona Fine Settimana a Tutti

_iLLuSi0n_

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: