Questo giorno non lo dimenticheremo mai più… 04 Febbraio 2010

 …Mi era stato detto "Vedrai… le gioie più grandi non le vivrai ora bensì in un futuro prossimo. Quelle che scambi per gioie immense oggi non sono assolutamente da paragonare a quello che accadrà domani" e devo dire la verità: MAI come oggi, giovedì 04 Febbraio 2010, posso testimoniare che tutti coloro che la pensavano così hanno avuto enorme ragione. 
Oggi, dopo mesi interminabili carichi di stress, forti emozioni ma anche di paure incontrollabili e decisioni difficili da prendere la notizia è arrivata ed ha portato con sé lacrime, abbracci, baci e un aumento sostanziale del battito cardiaco. Davvero, questo è il momento in cui devi abbandonare il tuo stato di "giovanotto" per diventare a tutti gli effetti un Uomo con la "U" maiuscola. E io sono pronto a farlo, sono maledettamente pronto a darvi tutto me stesso, perché tu e mamma lo meritate proprio. Sei tu da adesso in poi la nostra ragione di vita. Tu che, mentre sto scrivendo queste righe, sarai grande al massimo 5-6 cm, e che se fossi già qui ti prenderei nella mia mano e ti metterei nella mia tasca per proteggerti, per darti quel calore al quale tu sei già abituato… dì la verità eh?! Mattacchione!
Non ti voglio disturbare ulteriormente, tu naviga… naviga… nuota dentro la pancina di mamma e riposa più che puoi perché, quando sarà il momento, ti vorrò vedere bello e informa, con il "becchetto", con il broncio e urlante più che mai… Tu non ti dovrai più preoccupare… Al resto ci penseremo io e mamma.
Ti vorrei lasciare con una canzone che, forse, già conosci e… mi raccomando, non cantare da dentro la pancia che sennò sai com’è fatta tua mamma, prende paura di tutto!!!

 

 

Mio cucciolo d’uomo, così simile a me 
di quello che sono vorrei dare a te 
solo le cose migliori e tutto quello che 
ho imparato dai miei errori, dai timori che ho dentro di me 

Ma c’é una cosa sola che ti vorrei insegnare 
é di far crescere i tuoi sogni e come riuscirli a realizzare 
ma anche che certe volte non si può proprio evitare 
se diventano incubi li devi sapere affrontare 

E se ci riuscirò 
un giorno sarai pronto a volare 
aprirai le ali al vento 
e salirai nel sole 
e quando verrà il momento 
spero solo di ricordare 
ch’é ora di farmi da parte 
e di lasciarti andare 

Mio piccolo uomo, così diverso da me 
ti chiedo perdono per tutto quello che 
a volte io non sono e non sò nemmeno capire perché 
non vorrei che le mie insicurezze si riflettessero in te 

e c’é una sola cosa che io posso fare 
é di nutrire i tuoi sogni e poi lasciarteli realizzare 
ma se le tue illusioni si trasformassero in delusioni 
io cercherò di darti la forza per continuare a sperare (lottare) 

E se ci riuscirò 
un giorno sarai pronto a volare 
aprirai le ali al vento 
e salirai nel sole 
e quando verrà il momento 
spero solo di ricordare 
ch’é ora di farmi da parte 
e di lasciarti andare 

(Eppure certe volte mi sembra ancora solo di giocare 
alle responsabilità, all’affitto da pagare 
e forse fra quarant’anni anche mio figlio mi domanderà 
"Ti sembrava solo un gioco papà, tanto tempo fà") 

E se ci riuscirò 
un giorno sarai pronto a volare 
aprirai le ali al vento 
e salirai nel sole 
e quando verrà il momento 
spero solo di ricordare 
ch’é ora di farmi da parte 
e di lasciarti andare 

« Fai la nanna coscina di pollo… »
(Il tuo Papà)

 

Annunci

3 thoughts on “Questo giorno non lo dimenticheremo mai più… 04 Febbraio 2010

Add yours

  1. Caro papino,

    ti parlo da dentro la pancia della mamma, che, come già saprai, è qui che singhiozza per la tua bellissima lettera d’amore!

    Ma io, che sono già un bimbo che ha dato prova della sua grinta, non piango papà perchè già voglio dimostrarti che sono fiero di te, che sei il papà migliore che si possa desiderare, e sono fortunato ad aver scelto la pancina di questa mamma, che con te forma una famiglia piena d’amore e felicità.

    E dal vostro immenso amore nascerò io, che avrò forse i tuoi occhi e la boccuccia di mamma. O forse no, ma sarò di sicuro il bambino più amato che c’è, perchè voi saprete accettarmi per quello che sono, anche se non sarò un ballerino e avrò forse paura di cadere in moto!

    Caro papà, ci saranno dei momenti duri tra me e te, perchè vorrò tutta la mamma solo per me, e tu dovrai pulirmi il culetto anche se ti farà schifo, ci saranno momenti in cui non la smetterò di piangere, e tu ti chiederai che cos’ha adesso questo bambino, che ha preso il carattere di sua madre!

    Ma ti assicuro, caro papà, che il mio primo sorrisino ti ripagherà di ogni fatica, e la prima volta che ti chiamerò per nome sarà per te il più bel giorno, e ti assicuro anche, caro papà, che di "più bei giorni" te ne regalerò tanti, ce ne regaleremo tanti!

    Adesso torno a navigare nella pancia calda della mamma, e me la godo finché posso, e divento grande e forte perchè tra poco toccherà a me fare il Grande Sforzo, e nascere bello e sano come voi mi volete. Un’ultima cosa papà, quando torni dal lavoro dai un bel bacio alla mamma, che ha una voglia matta di stringerti forte e urlarti tutto il suo amore

                                                                                                                G.L.

  2. ciao carissimo!
    grazie di cuore per il ben tornato e già che ci siamo le mie:
    grandiose CONGRATULAZIONI per il lieto evento! 🙂
    leggo che anche per te gli ultimi mesi sono stati pesanti, che davvero il 2010 sia un punto di rottura e di rinascita!
    ciao
    Isaac

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: